Codice della strada: sì al ritiro della patente anche a vita

La Camera ha approvato il ddl delega che prevede l’ergastolo della patente, l’introduzione del reato di omicidio stradale, la possibilità di circolazione in autostrada dei 125cc, il controllo di assicurazione e revisione con sistemi telematici. Ecco tutte le novità.

Patente Unionale

La riforma de Codice della strada procede a grandi passi: la Camera dei Deputati ha approvato il ddl delega che ora passerà al Senato. Il testo contiene molte novità sostanziali come l’introduzione del reato di omicidio stradale, l’ergastolo della patente, la possibilità di circolare in autostrada per i motocicli con cilindrata superiore ai 120cc. Ecco le principali innovazioni che saranno introdotte.

Ergastolo della patente
La patente verrà revocata a vita a chi verrà accusato di omicidio colposo per una violazione del codice della strada. La revoca a vita sarà comunque prevista in caso di omicidio colposo effettuato da conducente alla guida con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l o sotto l’effetto di stupefacenti, ovvero in caso di omicidio colposo con più vittime o con morte di una persona e lesioni di una o più persone.

Introduzione del reato di omicidio stradale
La delega prevede la possibilità di introdurre nel codice penale, con una opportuna modifica, la fattispecie dell’omicidio commesso con violazione delle norme sulla circolazione stradale come necessariamente doloso e non colposo, in particolare se commesso da soggetti alla guida ubriachi o sotto l’effetto di stupefacenti.patente

Scooter in autostrada
Arriva la possibilità di circolazione sulle autostrade e sulle superstrade per i motocicli di cilindrata superiore a 120cc, se condotti da maggiorenni. Oggi, in autostrada, possono circolare solo le moto sopra i 150cc.

Revisione e assicurazione controllate telematicamente
Via libera a disposizioni per favorire la diffusione e l’installazione di sistemi telematici per rilevare lo stato della revisione e l’esistenza e la validità dell’assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile verso terzi del veicolo, nonché se il veicolo è sottoposto ad una misura di sequestro o confisca penale o oggetto di denuncia di furto. Pene più aspre arriveranno per chi circolerà senza assicurazione.

Istituzione della banca dati
Verrà istituita una banca dati unica delle infrazioni stradali ed i dati su veicoli e patenti potranno essere utilizzati liberamente in formato open source

.
Decurtazione punti
Le sanzioni saranno graduate in funzione dell’effettiva pericolosità del comportamento. I punti verranno decurtati anche ai soggetti minorenni per le infrazioni a bordo dei ciclomotori, e non solo ai maggiorenni come accade oggi.

Limiti di velocità: 30 km/h in città
La delega prevede la possibilità di ridurre i limiti di velocità nelle aree urbane a 30 km/h nelle vicinanze di scuole, ospedali e altre aree sensibili.

Multe graduali sulle strisce blu e sanzioni per chi viola parcheggi rosa
La multa per chi “sfora” il tempo del parcheggio sulle strisce blu dovrà essere “graduale” e tenere conto del tempo di permanenza illegittimo. Sono previste multe e sanzioni per chi parcheggia indebitamente negli spazi assegnati al parcheggio per donne incinte o con bimbi piccoli..

Cattura

Regolamentazione del car pooling e ciclo-taxi
Verrà introdotta una definizione di car pooling inteso come servizio di trasporto non remunerato basato sull’uso condiviso di veicoli privati tra due o più persone che debbano percorrere uno stesso itinerario. Via libera ai ciclo-taxi: è prevista la possibilità di “svolgere servizio di piazza con velocipedi”.

Più attenzione per le bici
Promozione della sicurezza delle biciclette, in particolare per i ciclisti di età inferiore a 14 anni, e disposizioni per favorire l’accesso di biciclette, ciclomotori e motocicli nelle corsie riservate ai mezzi pubblici.

I proventi delle multe per l’intensificazione dei controlli
Una quota non inferiore al 15% dei proventi delle multe riscosse da organi dello Stato andranno a un fondo per l’intensificazione dei controlli su strada e a un fondo per il finanziamento del piano nazionale di sicurezza stradale.

Tratto da http://motori.fanpage.it/codice-della-strada-si-al-ritiro-della-patente-anche-a-vita/

NEOPATENTATI…..CORSO GUIDA SICURA

Logo neopatentati smania

Se sei un guidatore tra i 18 e i 26 anni e vuoi conoscere meglio le tue capacità di guida o i pericoli che puoi trovare sulla strada, accedi al simulatore di guida www.neopatentati.it    CONSULTA QUI IL REGOLAMENTO PER PARTECIPARE GRATUITAMENTE AI CORSI DI GUIDA SICURA PER IL 2013

I neopatentati sono la categoria più a rischio di incidenti, visto che il 40% ne rimane coinvolto. I motivi sono da ricercare nella loro scarsa esperienza alla guida e nella mancanza di cognizione del pericolo, che li porta ad esagerare con la velocità o a distrarsi spesso.

In ossequio alle indicazioni provenienti dalle Istituzioni europee che prevedono una maggiore formazione per l’acquisizione della patente, le compagnie di assicurazione hanno creato un percorso che va in questa direzione. La prima parte del percorso prevede l’utilizzo di un simulatore di guida realizzato con criteri scientifici e richiesto già da altri paesi europei.

Attualmente, in Italia, il rilascio della patente, a differenza di quanto avviene in altri Paesi è più sbilanciato sull’acquisizione delle conoscenze normative, piuttosto che sulle capacità di guida. Pertanto, è molto avvertita l’esigenza di accrescere lo spazio dedicato alla pratica.
Altro elemento trascurato nel nostro Codice della Strada è la componente psicologica del conducente.

La necessità di approfondire le tecniche di guida, i comportamenti del veicolo, i principali rischi sulla strada e le proprie condizioni psico-fisiche hanno spinto la Fondazione ANIA a elaborare un progetto sperimentale rivolto ai neopatentati.

Il progetto “Neo Patentati” prevede lo sviluppo di un percorso formativo che accompagni i neoguidatori dal momento del rilascio del “foglio rosa”, fino al conseguimento della patente di guida, proseguendo con un programma di affiancamento della durata di alcuni mesi, idealmente fino al raggiungimento dei primi 5.000 km, con il supporto di corsi di “guida sicura”. L’affiancamento consentirà di valutare comportamenti e progressi del neopatentato, consentendo un monitoraggio sull’apprendimento.

L’applicativo permetterà all’utente di effettuare le lezioni teoriche/pratiche degli esercizi in modo libero anche dal computer di casa. La prova finale consiste in un percorso composto da:

strade cittadine
provinciali
tratto autostradale

Al termine del suddetto percorso verrà registrato il punteggio on-line, che servirà a stilare la lista dei vincitori del premio finale. In particolare, il simulatore avrà le seguenti funzionalità:

sottosterzo di potenza con una vettura a trazione anteriore e in condizioni di scarsa aderenza lungo una curva;
evitare un ostacolo improvviso con una vettura a trazione anteriore;
aquaplaning;
tornante in condizioni di scarsa aderenza con una vettura a trazione posteriore priva di controllori stabilità;
una biblioteca costituita da documenti in formato digitale che riguarderanno la sicurezza stradale.

ritiro_patente_hcm0009120[1]
Per te che fai del veicolo il fulcro della tua attività imprenditoriale, o per te che usi l’auto nei tuoi indispensabili spostamenti quotidiani è importante avere alle spalle un prodotto che ti dia tranquillità e affidabilità.
La polizza Ritiro Patente è a tua disposizione per proteggerti dal danno economico causato dall’impossibilità di guidare assicurandoti un’entrata sostitutiva giornaliera per ogni giorno di assenza forzata della tua patente.Abbiamo pensato anche all’azienda, con un prodotto che, con le apposite integrazioni, riconosce l’indennità giornaliera in caso di ritiro delle patenti dei dipendenti dovuto anche alle infrazioni del codice della strada più usuali.
Nell’eventualità della sola perdita dei punti inoltre, il dipendente avrà un’indennità speciale per il rimborso delle spese sostenute per il recupero degli stessi presso le autoscuole.

Messaggio promozionale: prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo.

Patente a punti, a luglio scatta il bonus di 2 crediti

guida virtuosa

Patente a punti, a luglio scatta il bonus di 2 crediti per chi non ha subìto multe che ne tagliano il punteggio: lo prevede il Codice della strada, riformato nel luglio 2003.

COME FUNZIONA – Infatti, all’atto del rilascio della patente, viene attribuito un punteggio di 20 punti. Tale punteggio, annotato nell’Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, subisce decurtazioni a seguito della violazione di determinate norme. L’indicazione del punteggio relativo a ogni violazione deve risultare dal verbale di contestazione. Ogni variazione di punteggio è comunicata agli interessati dall’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. Ciascun conducente può controllare in tempo reale lo stato della propria patente: gratuitamente, tramite il Portale dell’automobilista; oppure pagando, attraverso il numero 848782782. La telefonata può essere effettuata solo da apparecchio fisso e ha il costo di una chiamata urbana secondo le tariffe del proprio gestore telefonico. La frequenza ai corsi di aggiornamento, organizzati dalle autoscuole, consente di riacquistare 6 punti. Per i titolari di certificato di abilitazione professionale nonché di patente C, C+E, D, D+E, la frequenza di specifici corsi di aggiornamento consente di recuperare 9 punti.

È POSSIBILE ARRIVARE AL TOP – Salvo il caso di perdita totale del punteggio, la mancanza, per il periodo di 2 anni, di violazioni di una norma di comportamento da cui derivi la decurtazione del punteggio, determina l’attribuzione del completo punteggio iniziale, entro il limite dei 20 punti. Per i titolari di patente con almeno 20 punti, la mancanza, per il periodo di 2 anni, della violazione di una norma di comportamento da cui derivi la decurtazione del punteggio, determina l’attribuzione di un credito di 2 punti fino a un massimo di 10 punti. Quindi, chi nel luglio 2003 aveva la patente, se non ha mai perso punti, a luglio 2013 toccherà la fatidica soglia dei 30 crediti.

E SE PERDI TUTTO? – Alla perdita totale del punteggio, il titolare della patente deve sottoporsi all’esame di idoneità tecnica. Al medesimo esame deve sottoporsi il titolare della patente che, dopo la notifica della prima violazione che comporti una perdita di almeno 5 punti, commetta altre 2 violazioni non contestuali, nell’arco di 12 mesi dalla data della prima violazione, che comportino ciascuna la decurtazione di almeno 5 punti. L’ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri competente per territorio, su comunicazione dell’Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida, dispone la revisione della patente di guida. Qualora il titolare della patente non si sottoponga ai predetti accertamenti entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento di revisione, la patente è sospesa a tempo indeterminato. E allora, è utile la guida per non perdere punti-patente.

di Redazione2

Ritiro Patente

 

ritiro_patente_hcm0009120[1]

 

Per te che fai del veicolo il fulcro della tua attività imprenditoriale, o per te che usi l’auto nei tuoi indispensabili spostamenti quotidiani è importante avere alle spalle un prodotto che ti dia tranquillità e affidabilità.
La polizza Ritiro Patente è a tua disposizione per proteggerti dal danno economico causato dall’impossibilità di guidare assicurandoti un’entrata sostitutiva giornaliera per ogni giorno di assenza forzata della tua patente.

Abbiamo pensato anche all’azienda, con un prodotto che, con le apposite integrazioni, riconosce l’indennità giornaliera in caso di ritiro delle patenti dei dipendenti dovuto anche alle infrazioni del codice della strada più usuali.
Nell’eventualità della sola perdita dei punti inoltre, il dipendente avrà un’indennità speciale per il rimborso delle spese sostenute per il recupero degli stessi presso le autoscuole.

Messaggio promozionale: prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo.

Assiconser e'  in  grado di soddisfare ogni esigenza di  copertura assicurativa,offrendo una consulenza personalizzata                                        ed un servizio di disbrigo pratiche assicurative e non.            Con  Assiconser  puoi contare  su servizi  professionali frutto di  una  pluriennale  esperienza    maturata   nel  settore.                                        Assiconser  si avvale per la propria attivita' di personale qualificato, servendosi anche della collaborazione  di Aziende esterne altamente specializzate nei rispettivi settori di loro competenza.   www.assiconser.com

Assiconser

-Assicurazioni
-Consulenze
-Servizi
Tel.Fax 0425-1830146
E-mail: info@assiconser.com
http://www.assiconser.com
Stanghella (Pd) P.zza Matteotti, 13